Galli: “La mascherina resta imprescindibile. Anche all’aperto indispensabile in certe occasioni”

“Quando si sta a distanza di meno di due metri la mascherina serve anche all’aperto. Anche quando stiamo fuori, dunque, a volte è indispensabile. È necessario agire con buon senso. Questo accessorio resta ancora imprescindibile. Non dobbiamo mai dimenticarlo a casa”. È quanto afferma all’AdnKronos Massimo Galli, già responsabile del reparto malattie infettive dell’ospedale Sacco di Milano, commentando la richiesta dei sindaci al Governo di introdurre l’obbligo di mascherina all’aperto dal 6 dicembre al 15 gennaio.

Comunque, parlare di mascherina all’aperto “è un’indicazione anche simbolica per ricordare la necessità di mantenere le misure di protezione, soprattutto se vogliamo continuare a condurre una vita quasi normale”, dice Galli, sottolineando che “molti anziani l’importanza della mascherina l’hanno ben capita, la utilizzano in tutte le situazioni in cui è necessario. Personalmente non ho un rapporto facile con la mascherina, a volte ho difficoltà nelle respirazione ma, con tutto questo, la difendo a spada tratta. Dobbiamo considerarla come ormai siamo abituati a vedere il casco per le persone che vanno in moto: uno strumento di protezione che vale la pena di utilizzare”.

TORNA SU