Da oggi, via la mascherina all’aperto. Rimane d’obbligo in alcune situazioni particolari

Oggi in tutta Italia di bianco vestita, all’aperto decade l’obbligo di mascherina: da oggi infatti l’Italia allenta le restrizioni in particolare sul dispositivo che è diventato uno dei simboli della pandemia.

Da dire però che si dovrebbe sempre averne una a portata di mano perché rimane in vigore l’obbligo di indossarla nei locali al chiuso: bar, ristoranti, negozi, centri commerciali, quando si prendono i mezzi pubblici di trasporto, e all’esterno in casi di assembramento e comunque in situazioni in cui non è possibile mantenere la distanza dagli altri.

“Le mascherine, su cui da oggi facciamo un piccolo passo all’aperto, sono e restano un elemento fondamentale della nostra strategia. Le mascherine sono e restano un elemento essenziale per combattere il Covid”, ha sottolineato il ministro della Salute Roberto Speranza da Prato.

La prudenza è dettata dai timori suscitati dalla cosiddetta variante Delta (ovvero indiana), dalle notizie non tanto confortanti che giungono dall’estero, dagli intoppi che ancora segnano la campagna vaccinale.
L’obiettivo è di avere vaccinato entro fine settembre ben 80% della popolazione, ma come ha ammesso anche lo stesso commissario Francesco Figliuolo, ospite a Domenica In, finora non è andato tutto e sempre per il verso giusto. Per esempio, “su AstraZeneca si poteva comunicare meglio” ha detto il Generale, che però ha dato merito agli italiani che “nonostante tutto, hanno dimostrato di essere migliori di questa confusione che si è creata”.

TORNA SU